2 toys (+1) che non possono mancare nello zaino di una belly dancer… esile come me!

No, in questo articolo non ti parlerò delle ali di Iside, dei cimbali, del velo… né di altri accessori tipici della danza del  ventre. Magari più avanti se ne avrò voglia 🙂

Bensì di un paio di oggetti (più uno un po’ speciale) che possono rendere il tuo allenamento più energico, il tuo fisico più tonico e definito e i tuoi movimenti più forti ed efficaci. Soprattutto se sei una danzatrice minuta e sottile come me.

Magrezza e danza del ventre

Strada facendo ho scoperto che siamo in tante “magrone”, complessate al pari o forse di più delle nostre compagne più tornite. La nostra corporatura è quanto di più lontano esista dallo stereotipo della danzatrice orientale. Pregiudizi duri da sfatare…

Ma è certamente un fatto che abbiamo il problema di rendere i movimenti più visibili e accentuati, dato che la nostra fisicità non ci aiuta molto.

Tra l’altro, ogni tanto mi viene fatta questa domanda: “A fare danza del ventre si diventa più sode e più toniche?” La mia risposta è sempre “Sì, ma solo se…”. Ovvero sì, ma a una condizione.

Ovvio che se frequenti un corso di 1 ora alla settimana e non fai nient’altro, stai tranquilla che il tuo corpo non cambierà più di tanto. Né in un senso né nell’altro. Imparerai sì i movimenti (ti ci vorrà del tempo), ma non otterrai modifiche significative a livello di corporatura.

Se invece sei disposta a impegnarti un po’ di più, effettivamente una strada per migliorare la tua fisicità c’è, aiutandoti anche con gli attrezzi che ti presento tra un attimo.

Continua a leggere “2 toys (+1) che non possono mancare nello zaino di una belly dancer… esile come me!”

Mini video per ripassare l’otto orizzontale

Sempre per la serie “Danza con me”, ecco a grande richiesta di alcune allieve del mio corso base un breve allenamento utile per fare pratica con la tecnica dell’otto orizzontale di bacino avanti e indietro.

Per rendere la sessione di studio un po’ più completa, ho aggiunto anche una parte di shimmy di bacino e una sequenza finale con il cerchio sempre di bacino. L’obiettivo è appunto di fornire alle mie ragazze, e ovviamente a te che leggi, un aiutino per il ripasso a casa.

L’ideale è di ripetere questo video almeno 2-3 volte visto che dura pochissimi minuti. Il cerchio e lo shimmy servono in questo caso come “stacco”, ovvero come riposo dall’otto, che certamente è un movimento più intenso e impegnativo anche a livello di schiena.

Bene, guardati subito il video e poi torna sul blog dove trovi alcuni suggerimenti importanti per eseguire correttamente l’otto orizzontale evitando alcuni errori purtroppo molto diffusi (brutti da vedere e dannosi anche per il fisico).

Come funziona l’otto orizzontale

Continua a leggere “Mini video per ripassare l’otto orizzontale”

Accenti di fianchi: nuovo mini video di allenamento

Premessa: Non sono certa di riuscire a mantenere la promessa di pubblicare ogni lunedì sera un nuovo video allenamento. Mannaggia!

Ho tantissimo materiale quasi pronto che non vedo l’ora di registrare, ma tra danzare davanti a uno specchio in studio e danzare davanti a una videocamera accesa… beh, c’è un po’ di differenza.

In realtà, come per tutte le cose ben fatte ci vuole tempo, che non sempre ho a sufficienza per questo tipo di cose. Ma intanto partiamo.

Ecco dunque qui il primo video girato proprio di lunedì. Sono partita con un semplicissimo allenamento per i principali movimenti accentati di bacino.

Parliamo quindi di colpi laterali, hip drop e hip lift

L’obiettivo di questo video è di:

  • Aiutare le mie allieve a ripassare questi movimenti, attraverso una sequenza danzata in cui li ripetiamo più volte
  • Permettere a chiunque lo guardi, quindi anche a te, di esercitarsi per migliorare i movimenti (es. renderli più precisi, chiari, personalizzati)
  • Farti percepire bene la differenza tra accento di fianchi verso l’esterno, accento verso il basso e accento verso l’alto

Continua a leggere “Accenti di fianchi: nuovo mini video di allenamento”

Mini video per ripassare 4 movimenti di profilo tipici nella danza del ventre

Ecco una nuova sequenza per ripassare 4 figure e passi di danza del ventre in posizione laterale/diagonale rispetto allo specchio. L’obiettivo di questo video di livello intermedio è di:

  • Farti sperimentare alcune possibilità per cambiare lato (destra/sinistra) quando sei in una posizione di profilo rispetto allo specchio (o al palco)
  • Proporti alcune pose e transizioni di braccia che puoi abbinare bene a questi passi

Ogni movimento viene tenuto per 8 tempi per lato ed eseguito 2 volte per lato (sx/dx), per un totale di 32 tempi, prima di passare al successivo. Una volta arrivati al quarto e ultimo movimento della combo, ripartiamo da capo eseguendo ogni movimento 1 volta sola per lato, per un totale di 16 tempi… ovviamente eseguendo l’intera sequenza per alcune ripetizioni.

La struttura del video è quindi questa:

 Movimento AA +BB + CC+ DD + EE+ ABCDE (quest’ultimo ripetuto più volte)

Più sotto ti do anche alcune dritte su come allenarti. Intanto buona pratica!

Diamo un nome ai passi e ai movimenti di danza orientale usati nel video

Continua a leggere “Mini video per ripassare 4 movimenti di profilo tipici nella danza del ventre”

Si può imparare una coreografia dopo soli 2 mesi di corso di danza?

Dopo appena due mesi di danza del ventre, un’allieva è pronta per salire su un palco ed esibirsi?

Lascia che ti spieghi l’antefatto. Situazione di vita vissuta. Ad aprile di quest’anno vengo contattata da alcune ragazze interessate a iniziare un corso di danza del ventre. Un po’ tardino per il normale calendario dei corsi, ma perché no?

Riesco a trovare la serata e l’orario adatto a tutte, e cominciamo a lavorare. Trascorso il primo mese, si pone la questione del saggio di fine anno.

Dilemma: farle danzare oppure no?

Coreografia-super-principiantiEffettivamente non era una decisione da prendere alla leggera. Un paio di loro sapevano già muoversi un po’ perché avevano studiato con me in altre occasioni, ma per alcune era il primo corso in assoluto!

Dopo solo poche lezioni non volevo metterle in una situazione complicata, e allo stesso tempo non mi andava di escluderle da una fase importante e divertente di qualsiasi corso di danza.

Penso un po’ e al volo decido: si fa!

Quasi casualmente trovo una musica che mi conquista subito (“Yalla” del cantante iraniano Arash), perfetta per l’occasione, creo una coreografia molto semplice ma coinvolgente e la insegno nel secondo (e ultimo) mese di corso prima del saggio. La balliamo in varie occasioni, certamente con alcune imperfezioni ma con molto divertimento da parte di tutte.

E così sono lieta di presentarti:

YALLA – ovvero la coreografia dei 2 mesi!!

Continua a leggere “Si può imparare una coreografia dopo soli 2 mesi di corso di danza?”