2 toys (+1) che non possono mancare nello zaino di una belly dancer… esile come me!

No, in questo articolo non ti parlerò delle ali di Iside, dei cimbali, del velo… né di altri accessori tipici della danza del  ventre. Magari più avanti se ne avrò voglia 🙂

Bensì di un paio di oggetti (più uno un po’ speciale) che possono rendere il tuo allenamento più energico, il tuo fisico più tonico e definito e i tuoi movimenti più forti ed efficaci. Soprattutto se sei una danzatrice minuta e sottile come me.

Magrezza e danza del ventre

Strada facendo ho scoperto che siamo in tante “magrone”, complessate al pari o forse di più delle nostre compagne più tornite. La nostra corporatura è quanto di più lontano esista dallo stereotipo della danzatrice orientale. Pregiudizi duri da sfatare…

Ma è certamente un fatto che abbiamo il problema di rendere i movimenti più visibili e accentuati, dato che la nostra fisicità non ci aiuta molto.

Tra l’altro, ogni tanto mi viene fatta questa domanda: “A fare danza del ventre si diventa più sode e più toniche?” La mia risposta è sempre “Sì, ma solo se…”. Ovvero sì, ma a una condizione.

Ovvio che se frequenti un corso di 1 ora alla settimana e non fai nient’altro, stai tranquilla che il tuo corpo non cambierà più di tanto. Né in un senso né nell’altro. Imparerai sì i movimenti (ti ci vorrà del tempo), ma non otterrai modifiche significative a livello di corporatura.

Se invece sei disposta a impegnarti un po’ di più, effettivamente una strada per migliorare la tua fisicità c’è, aiutandoti anche con gli attrezzi che ti presento tra un attimo.

Continua a leggere “2 toys (+1) che non possono mancare nello zaino di una belly dancer… esile come me!”

Un gioco per lanciarti nell’improvvisazione, anche se la tua ispirazione è meno di zero!

Il caso di “una boccia che si credeva persa”

La boccia sono io, o forse dovrei dire ero io. L’improvvisazione è sempre stato un grossissimo scoglio per me. Un mix di idee limitanti su me stessa che mi porto dietro da una vita, un carattere un po’ chiuso e una certa insicurezza personale mi hanno tenuto lontana da questa modalità espressiva.

gioco-per-improvvisazione-danza-orientaleDetta come va detta, mi sono sempre sentita negata per l’improvvisazione, sia in danza sia in musica. Anche se non ho paura a danzare in pubblico, l’idea di improvvisare davanti a qualcuno per me è sempre stata un vero tormento.

Della serie, coreografia tutta la vita!

Però ho sempre sofferto per questo mio limite personale.

Tra l’altro la danza orientale nasce e si sviluppa anche grazie all’improvvisazione, che è uno degli aspetti più tipici per non dire dei punti di forza di questa danza.

E così ci ho lavorato su, negli ultimi due anni in particolare. Va da sé che col tempo e l’applicazione ho fatto notevoli progressi rispetto al mio punto di partenza, anche contro ogni mia aspettativa. Senza peraltro ricorrere al trucco suggerito nell’immagine… anche se in effetti un dito di vino prima di uno spettacolo un po’ aiuta ihihih 🙂

Sappi quindi che se anche tu sei del “partito della coreografia”, hai ottime possibilità per iniziare a cavartela bene anche con l’improvvisazione.

Continua a leggere “Un gioco per lanciarti nell’improvvisazione, anche se la tua ispirazione è meno di zero!”

Come migliorare la coordinazione e stimolare la fantasia con un semplice esercizio

Ecco un altro video allenamento per te dedicato a un passo molto importante della danza del ventre, con alcuni spunti per adattare questo tipo di lavoro anche ad altri passi e crearti così le tue sequenze in maniera autonoma.

Una volta che hai imparato a eseguire un determinato movimento a livello base, lo step successivo è infatti quello di perfezionarlo rendendo l’esecuzione un po’ difficile e aumentando la sua complessità.

Puoi chiaramente giocare con vari aspetti tipo velocità, direzioni, ampiezza del movimento ecc.

Oltre a questi metodi, c’è un altro sistema che a me piace molto e che è fondamentale anche per prepararsi al lavoro coreografico.

Allenamento “combo in simultanea”. Come funziona?

Il procedimento è questo:

  • Scegli 1 passo tra quelli che conosci (passo arabo, incrociato, chassé ecc.) – solo uno mi raccomando!
  • Aggiungi in contemporanea un altro movimento che realizzi nello stesso momento usando altre parti del corpo (es. fianchi, petto, spalle ecc.)
  • Ripeti questa “combinazione simultanea” più volte sulla musica, eventualmente alternando destra e sinistra (se pertinente)

Un esempio pratico di questo tipo di allenamento lo trovi appunto in questo video registrato nel mio studio, e che ti guardare e fare assieme a me.

Enjoy it!

(Inizio dell’allenamento: vai al minuto 2.04) Continua a leggere “Come migliorare la coordinazione e stimolare la fantasia con un semplice esercizio”

Un rimedio naturale contro la bassa autostima

A quale insegnante non è capitato nel corso della propria carriera di incontrare un’allieva (o anche più d’una) che durante la lezione si lasciasse andare a momenti di frustrazione?

Hai presente commenti del tipo:

– Non sono capace
– Ah sì, questo è il movimento che non so fare
– Questo passo non mi è mai venuto
– Non ci riesco
– Sono negata per questo movimento

ecc. ecc.

Mai sentite queste frasi?? Io sì, e confesso di averle pronunciate anche come allieva, talvolta.

Questo atteggiamento è normale, comprensibile, umano ecc…

MA va fermato all’istante!

Intanto una lezione di danza ha una durata circoscritta e il tempo deve essere usato al meglio. Se comincio a dedicarlo a discorsi modello “alcolisti/ballerini anonimi” purtroppo resto indietro col programma.

Tempus fugit… e chi ce lo restituisce poi??

Più che altro, però, sfogarsi durante la lezione non è la strada migliore perché non risolve il problema. Dopo esserti sfogata non è detto che starai meglio.

Anzi, sarai ancora più convinta delle tue idee perché parlarne non fa altro che rafforzare le tue convinzioni. Le parole creano la realtà, che tu lo voglia o meno.

Quindi, a differenza della maggior parte della gente che ritiene positivo lasciar sfogare ed esprimere le persone su quello che gli passa nella testa, io penso invece che la soluzione a questo problema sia molto diversa. Ovviamente in riferimento alla lezione di danza.

Vuoi una strategia semplice ma super efficace per risolvere il problema dell’autostima?

Te la do io. Continua a leggere “Un rimedio naturale contro la bassa autostima”

Mini video per ripassare l’otto orizzontale

Sempre per la serie “Danza con me”, ecco a grande richiesta di alcune allieve del mio corso base un breve allenamento utile per fare pratica con la tecnica dell’otto orizzontale di bacino avanti e indietro.

Per rendere la sessione di studio un po’ più completa, ho aggiunto anche una parte di shimmy di bacino e una sequenza finale con il cerchio sempre di bacino. L’obiettivo è appunto di fornire alle mie ragazze, e ovviamente a te che leggi, un aiutino per il ripasso a casa.

L’ideale è di ripetere questo video almeno 2-3 volte visto che dura pochissimi minuti. Il cerchio e lo shimmy servono in questo caso come “stacco”, ovvero come riposo dall’otto, che certamente è un movimento più intenso e impegnativo anche a livello di schiena.

Bene, guardati subito il video e poi torna sul blog dove trovi alcuni suggerimenti importanti per eseguire correttamente l’otto orizzontale evitando alcuni errori purtroppo molto diffusi (brutti da vedere e dannosi anche per il fisico).

Come funziona l’otto orizzontale

Continua a leggere “Mini video per ripassare l’otto orizzontale”